Apple Macintosh Portable

Questa è la versione del Portable con lo schermo retroilluminato (M5126): il modello precedente (M5120), in pratica, era inutilizzabile in scarse condizioni di luce. Oggi è difficile immaginare uno schermo LCD senza la retroilluminazione, ma all’epoca era normale che non ci fosse.

Ho comprato questo “portatile” (oltre 7Kg di leggerezza!) nel 2000 da un americano che aveva messo un annuncio su un forum. Avendo solo 9 anni di vita (il modello retroilluminato è del 1991), era considerato un computer vecchio più che un pezzo da collezione, e il prezzo era abbastanza basso. Arrivando dall’America ha ovviamente tastiera americana e manuali in inglese. L’alimentatore è universale, accetta tutti i voltaggi, per cui è bastato un adattatore dal costo irrisorio per poterlo utilizzare anche in Italia.

Sulle tastiere americane tutti i tasti speciali sono descritti – allora come oggi – con il nome per intero e non con simboli: inizialmente mi sembrava che l’utente venisse trattato da stupido (immaginate che sui vostri tasti sia scritto “invio”, “cancella”, “pagina su”, “inizio”, “fine” e così via), però quando amici e parenti mi chiamano al telefono per levarli d’impiccio da qualche problema informatico, a “premi il tasto TAB”  mi sono spesso sentito rispondere “cioè?”…

Apple Macintosh Portable - trackball Apple Macintosh Portable - chiuso Apple Macintosh Portable - lato Apple Macintosh Portable - accessori borsa

Questo inserimento è stato pubblicato in Macintosh Portable e il tag , . Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: