iMac DV Special Edition (Snow)

iMac DV Special Edition (Snow)
Questo iMac non è un vecchio computer (come intendo io): in fondo è possibile installare un sistema operativo relativamente recente come Mac OS X 10.4.
E’ un computer di quelli che si possono ancora utilizzare – se ci si accontenta delle prestazioni ormai modeste offerte da un hardware che ha comunque una decina d’anni.

E allora che ci fa qui? Ho una storia da raccontare, perciò lascio che questo computer si aggiunga alla collezione, vicino a colleghi che hanno almeno il doppio della sua età.

Un caro amico, Andrea, sta trasferendo il suo negozio Apple; il trasloco è stato l’occasione di smaltire un sacco di vecchie cose che si erano stratificate in magazzino negli anni di attività.
E qui entro in scena io… ciò che per il negozio è inutile zavorra, per me è stata l’occasione di recuperare vecchi software, pezzi di ricambio obsoleti e qualche computer da riparare.

Tra i computer da riparare c’era questo iMac, di cui si era guastata la scheda analogica / alimentazione / video (o PAV, Power Analog Video board). Uno dei guasti più frequenti negli iMac, purtroppo abbastanza costosi da riparare. Riparare per modo di dire, non ho trovato una pagina su internet che spiegasse come sistemare il pezzo. Si può solo sostituire l’intera scheda.

La fortuna è che tra i pezzi di ricambio c’era anche una scheda apparentemente identica (ogni generazione di iMac ne ha una leggermente diversa).

Domenica pomeriggio ho deciso di affrontare la riparazione, dopo aver recuperato dalla grande rete il “service manual” in pdf del modello in questione.

Pensavo fosse più semplice, invece solo per arrivare alla scheda guasta ho lavorato un’ora! La brutta sorpresa è che la scheda nuova non era identica alla scheda da sostituire. La scheda dell’iMac ha un interruttore per scegliere la marca del tubo catodico, il pezzo di ricambio non ce l’ha. Che fare? Il manuale ovviamente dice che bisogna sostituire la scheda con una identica. Non avevo proprio voglia di rimontare tutto, ho chiuso la porta e ho lasciato pezzi di iMac su tutto il pavimento. Un paio di giorni dopo ho rivisto Andrea e gli ho chiesto consiglio: si ricordava che il supporto tecnico Apple gli aveva mandato quella scheda dicendo che andava bene lo stesso. In effetti, l’interruttore della scheda vecchia era impostato su “LG”, e il ricambio aveva il marchio LG impresso sulla scheda.

Ieri sera, dopo una lunga giornata lavorativa, ho deciso che per rilassarmi un po’ avrei cercato di portare a termine il lavoro iniziato domenica.

Dopo aver tolto le ultime 10 (!) viti che ancoravano la scheda analogica al resto del computer, ho ripercorso i passi del manuale al contrario per rimontare l’iMac. Ho collegato una tastiera, un mouse, l’alimentazione… accendo il computer. Si alimenta ma non si accende.

Attimo di panico (è incompatibile! la scheda non va bene!), ma vado subito a controllare la RAM: era stata tolta, recupero una stecca da 512MB e riavvio. Ta-dah! funziona! Proprio quello di cui avevo bisogno alla fine di una giornata pesante: un po’ di soddisfazione per essere riuscito a riportare in vita un computer guasto che prendeva polvere da 5 anni su uno scaffale.

Questo inserimento è stato pubblicato in Donazioni, iMac, Riparazioni e restauri e il tag , , . Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.

Un Commento