Il mercatino della domenica

Amiga 1200 e Commodore 1084S

Una fresca ma soleggiata domenica di novembre dell’anno scorso stavo chiacchierando alla bancarella di un amico al mercatino dell’usato, e mi accorgo che la sua vicina, dietro il banco, ha uno scatolone da cui sporge quello che subito riconosco come un Amiga 1200. Chiedo di poter dare un’occhiata e domando il prezzo: 20 euro, “però porti via anche quello, eh” mi dice indicando il monitor.

20 euro per un Amiga 1200, un Commodore 1084S, manuali, dischi di sistema, una decina di giochi originali e i soliti portadischetti di giochi copiati. E una strana pedaliera.

Ce l’ho già.

Non mi serve.

Però i giochi.

Non ho spazio.

Venti euro.

È un affare.

Mi interessa perché è un affare o perché ne ho bisogno?

Non ne ho bisogno.

Ok lo prendo.

La tranquilla signora già non mi badava più, confermo il mio interesse cercando di non sembrare troppo felice, porgo la banconota e carico tutto in macchina. Il problema è che mi ero impegnato con mia moglie a limitarmi e a non portare a casa ancora computer, almeno per un po’ di tempo. Che fare? Lo metto direttamente in cantina senza passare dal via. Giusto il tempo di collegare tutto per vedere se funziona. Funziona.

Riesco a tenere il segreto per sei mesi.

Poi un giorno porto in casa l’Amiga per installare il sistema sull’hard disk (sì, c’era anche il disco rigido interno!) perché era stato formattato ed era completamente vuoto. Mia moglie non sospetta nulla: è semplicemente un computer che sono andato a prendere in cantina. Naturalmente, in quanto prima lettrice di ogni mio articolo, ora saprà tutta la storia e dovrò farmi perdonare.

A mia parziale discolpa posso dire che quando mi ha conosciuto avevo già la casa piena di computer; prima di sposarmi ha avuto qualche anno per capire che questa mia passione non era passeggera, e mi ha sposato lo stesso :-)

Ho tolto la polvere dall’interno del computer e ho lavato la scocca esterna.

Amiga 1200 - interno

Ecco la pedaliera a cui avevo accennato (QJ modello SV•129): in pratica si può programmare assegnando ai pedali una direzione del joystick, ad esempio acceleratore -› joystick sù, freno -› joystick giù.

Pedaliera QJ

Questi invece i giochi originali che c’erano nello scatolone:

Amiga 1200 - giochi

 

Questo inserimento è stato pubblicato in Amiga 1200 e il tag , , . Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.

10 Commenti