Apple Macintosh IIfx (1990)

Apple Macintosh IIfx - trasparente

 

Nell’articolo precedente ho ringraziato Enrico per la donazione, ora racconto con qualche fotografia il percorso di pulizia e (piccola) riparazione di questo Macintosh IIfx. All’epoca, un quarto di secolo fa, questo era il Macintosh più potente della serie II: utilizzava un processore 68030 a 40Mhz, superato in prestazioni solo dai successivi Quadra con processore 68040.

Per realizzare l’immagine in apertura, a lavori terminati ho scattato due foto su cavalletto, con e senza coperchio. In Photoshop ho isolato la parte superiore della scocca per poi sovrapporla alla foto sottostante con un’opacità ridotta in modo da ottenere l’effetto trasparenza.

Il computer è rimasto inutilizzato per anni e ha accumulato parecchia polvere. Queste le condizioni del computer quando l’ho ricevuto:

Apple Macintosh IIfx - esterno sporco

Dopo averlo smontato completamente ho iniziato a pulire le plastiche esterne; nella prossima foto si può vedere la differenza tra la scocca superiore, pulita, e quella inferiore ancora da pulire.

Apple Macintosh IIfx - sporco/pulito

Anche l’interno era molto polveroso; fortunatamente le batterie non avevano spanto acido, c’erano solo un paio di condensatori da sostituire.

Apple Macintosh IIfx - interno sporco

Il Macintosh IIfx – nella mia esperienza – è l’unico computer Apple che ha una doppia piazzola per ogni condensatore. Alcune schede madri hanno solo condensatori al tantalio, altre solo condensatori elettrolitici smd. Questa invece li aveva quasi tutti al tantalio tranne i due che ho sostituito (si vedono nella scheda madre in alto a destra, click per ingrandire l’immagine).

Apple Macintosh IIfx - scheda madre

Il processore è un Motorola 68030 a 40MHz. Le RAM del IIfx sono particolari, non sono a 30 pin come gli altri modelli dell’epoca, ma a 64; i tagli più grossi sono ormai impossibili da trovare. Questo Mac ha 4 stecche da 4MB e 4 da 1MB, per un totale di 20MB di RAM.

Apple Macintosh IIfx - 68030

Il disco rigido, da 5″1/4, è un Seagate SCSI da 160MB con firmware Apple.

Apple hard disk 160SC

Queste le condizioni del lettore floppy prima di essere ripulito dalla polvere e dal grasso secco, e successivamente  lubrificato.

Apple floppy drive - sporco

L’alimentatore attira con la ventola parecchia polvere:Apple Macintosh IIfx - alimentatore sporco

Eccolo aperto e pulito:

Apple Macintosh IIfx - alimentatore pulito

Smontare questi vecchi Mac è molto semplice: con un cacciavite a stella, in cinque minuti tutti i pezzi sono sul tavolo.

Apple Macintosh IIfx - vista esplosa

 

Le porte sul retro sono: uscita audio, 2 ADB, 2 seriali, SCSI.

Apple Macintosh IIfx - retro

La scheda grafica è una Radius DirectColor GX; non è accelerata ma permette di visualizzare milioni di colori alla risoluzione di 640×480.

radius_directcolor_gx

Il mouse ADB (Apple Desktop Bus) è stato rimesso a nuovo. Tutte le revisioni della scheda che mi sono capitate, anche del modello successivo, riportano il marchio Logitech.

Apple Desktop Bus (ADB) mouse

Anche il monitor era sporco, soprattutto internamente. Ho smontato le due parti della scocca ma non ho disassemblato completamente il monitor.

AppleColor High-Resolution RGB Monitor - plastica sporca

AppleColor High-Resolution RGB Monitor - interno sporco

 

Di seguito il monitor dopo aver rimosso l’uniforme strato di polvere che ricopriva ogni componente.

AppleColor High-Resolution RGB Monitor - interno pulito

Un’ultima foto del sistema dopo aver riassemblato tutti i pezzi. Monitor e tastiera sono un po’ ingialliti ma il IIfx è tornato come nuovo.

Apple Macintosh IIfx

Questo inserimento è stato pubblicato in Donazioni, Macintosh IIfx e il tag , , , . Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.

2 Commenti