Restauro di un Commodore 64C: Cif e RetroBright

Commodore 64C originaleHo scelto questo Commodore 64C per darvi un esempio di come “restauro” un computer, e per farvi capire in che stato arrivano i pezzi che recupero.

Se è stato il computer di un ragazzino, l’ultima cosa a cui pensava era di lavarsi le mani prima di usarlo o di pulirlo ogni tanto; anni di soffitta aggiungono un uniforme strato di polvere alle macchie di sporco e sudore. Anche il sole ha contribuito, e le parti che sono meno sporche sono quelle più ingiallite.

Commodore 64C originale (dettaglio)
La prima cosa che faccio è smontare il computer, in questo caso nulla di impegnativo. Mi ritrovo con le due parti della scocca in plastica da pulire: le metto nella vasca da bagno e dò una prima sciacquata con la doccia.
Il prodotto che uso di solito è il Cif; l’importante è non insistere se c’è qualche macchia più incrostata: si rischia di levigare la plastica. Spugna per le superfici e spazzolino per le parti più difficili da raggiungere.
In questo caso la metà superiore della scocca aveva un segno evidente di un’etichetta in alto a sinistra, e parte della plastica era ingiallita a macchie, in maniera quindi non uniforme.

Ho staccato tutti i tasti dalla tastiera e li ho lasciati in ammollo in acqua e candeggina per sgrassarli; li ho sciacquati e puliti uno a uno con una spugna e il fidato Cif.

Commodore 64C pulizia dei tasti Lunedì ho approfittato della giornata di sole per utilizzare il gel Retr0Bright e riportare le plastiche al colore originale. Il segno dell’etichetta non si nota più, le macchie sono sparite e la plastica è tornata al colore crema che aveva quando il computer era nuovo.

In serata, rientrato dal lavoro, ho rimontato la tastiera e riassemblato il computer: ecco il risultato finale.

Commodore 64C restaurato Questo Commodore 64C è la prima versione, infatti le serigrafie sui tasti sono come sul vecchio 64 a “biscotto”, su due lati. Successivamente, probabilmente per risparmiare il più possibile sui costi di produzione, tutte le serigrafie sono state portate sul lato superiore dei tasti.

In questa pagina potete approfondire il funzionamento del gel Retr0Bright.

Questo inserimento è stato pubblicato in Commodore 64, Riparazioni e restauri e il tag , . Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.

12 Commenti