Acorn Electron (1983)

Acorn Electron

Per questo computer devo ringraziare la mia zia inglese, che me lo ha spedito, e uno dei suoi compagni di camminate, il proprietario originale. Ho ricevuto un e-mail qualche mese fa dove mia zia diceva “I think you will be amazed by what I have” includendo una lista dettagliata del materiale: il computer nella sua scatola originale, un lettore di cassette, riviste, giochi, libri; ho ricevuto uno scatolone poco tempo dopo… and I really was amazed!

Ecco la scatola del computer: l’impaginazione in verticale è piuttosto inusuale.

Acorn Electron - scatola

Gli elementi sono ordinatamente inseriti in un involucro di polistirolo.

Acorn Electron - polistirolo

Il computer era in eccellenti condizioni, ma l’ho comunque smontato per la solita accurata pulizia e per fare la foto dei vari componenti:

Acorn Electron - esploso

La scheda madre è piuttosto compatta:

Acorn Electron - scheda madre

E’ presente una porta di espansione sul retro, mentre lateralmente ci sono le uscite per l’antenna, video composito, video RGB e registratore.

Acorn Electron - retro e lato

Anche i manuali e la cassetta introduttiva sono in perfette condizioni.

Acorn Electron - manuali

Oltre ad alcune cassette allegate alle relative riviste, ho ricevuto alcuni giochi e programmi originali: Arcadians, Boxer (il gioco nella prima foto), Picture Maker, Business Games, Meteors, Chess, Hopper, Tree of Knowledge e Podd.

Acorn Electron - cassette

L’alimentatore ha ovviamente la presa inglese, ma ho usato un comune adattatore da viaggio.

Acorn Electron - alimentatore

Ecco un dettaglio della tastiera:

Acorn Electron - tastiera

Per approfondire la storia di questo computer, fratello minore del BBC Micro, consiglio la lettura dell’articolo su Wikipedia in inglese.

acorn_electron

1 thought on “Acorn Electron (1983)

  1. Gabriele

    Ne possiedo uno anch’io, in una confezione completa di tutto, ed in condizioni splendide. Mi sono procurato anche il modulo posteriore di espansione “Plus 1”, che lo rendeva più simile al modello base, dal quale fu ricavata questa versione “budget”, priva di molte porte e funzionalità del modello più costoso.
    Credo che la tastiera sia di una qualità eccellente, con un feedback dei tasti impareggiabile. Di sicuro una delle più riuscite per quell’epoca.
    Anche esteticamente è molto gradevole, e molto compatto.
    Fa venire voglia di metterci le dita sopra. :)

I commenti sono chiusi.