Apple Macintosh Classic

Apple Macintosh Classic

Qualche giorno fa il corriere SDA suona il campanello di casa all’ora di pranzo, è un ragazzo piuttosto simpatico che si chiama James e ha deciso di chiamarmi “capo”. Generalmente riconosco il furgone dalla musica etnica a tutto volume (“mi tiene sveglio”). Al citofono mi fa “ciao capo, c’è un pacco per te”. Credevo fosse un libro da Amazon ma invece era uno scatolone piuttosto pesante: avendo notato il mio sguardo perplesso mi ha letto il nome del mittente, e allora ho capito…

Il pacco conteneva un paio di computer che una ragazza, Giulia, mi aveva promesso a metà dell’anno scorso, anticipandomi che me li avrebbe fatti spedire più avanti.

Uno di questi computer è un Macintosh Classic, che dopo anni di utilizzo in ufficio e anni di inutilizzo su uno scaffale era piuttosto impolverato, ma funzionante, a parte l’assenza dell’audio. Per esperienza quest’ultimo problema è causato da alcuni condensatori alla fine della loro vita (questo Mac sul retro riporta “manufactured October 1990”). Infatti, dopo aver aperto il case e sganciato la scheda madre, ho sostituito i 7 condensatori da 47 micro – l’olio era fuoriuscito – e alla successiva accensione ho sentito chiaramente il beep d’avvio.

Ho smontato completamente il computer per lavare il case (dopo aver tolto le solite etichette con il numero d’inventario e il telefono dell’assistenza) e spolverare i vari componenti; il lettore floppy aveva il meccanismo d’espulsione un po’ affaticato per cui ho rimosso il grasso ormai indurito e ho lubrificato le parti in movimento.

Il disco rigido funziona ancora, la RAM è al massimo per questo modello (4 MB), il System installato è il 6.0.7. Questi compatti mi piacciono un sacco, ma a essere sincero il Classic da un punto di vista tecnico mi ha sempre lasciato un po’ perplesso: era uscito nel ’90 ma aveva lo stesso processore del primo Macintosh del 1984. Insomma, un computer nuovo, ma vecchio nelle prestazioni, un semplice restyling del Macintosh SE di tre anni prima.

Le plastiche sono molto ingiallite, ma almeno in maniera uniforme.

22 thoughts on “Apple Macintosh Classic

  1. eldino

    Il Classic ha sempre avuto un design spaziale, l’ho sempre ritenuto tra i più bei Mac di sempre. Per riportare a nuovo le plastiche ingiallite, potresti adoperare il Retrobright che si usa per i case dei vari Commodore Vic-20 e 64, non l’ho provato personalmente, ma dicono faccia miracoli, e ci sono parecchie foto e tutorial su Internet che lo dimostrano :)

    Bell’articolo come sempre :)
    -eldino

  2. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Ciao eldino! Come va su al nord?
    Interessante questa cosa del retr0bright, sai mica consigliarmi un sito dove trovare un buon tutorial? :-D
    A parte gli scherzi, quando avrò un po’ di tempo magari ripristinerò il case, solo che su superfici grandi bisogna prestare tanta attenzione, e starci dietro tutto il giorno…

  3. Beppe

    Pensa che è una delle macchine che volevo procurarmi prima di fare fuori la collezione. Prima o poi devo fare un salto a vedere il tuo “Museo” dal vivo.

  4. angelo

    ciao sono Angelo ,ieri ni una pizzetta ecologica ho trovato un clssic ma mi mancano mouse e tastiera ,sapresti idirizzarmi dove recuperare dei pezzi usati. Grazie

  5. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Ciao Angelo, potresti provare a pubblicare la tua richiesta sul newsgroup it.comp.retrocomputing, indicando di dove sei. Magari qualcuno dalle tue parti riesce a darti una mano! Se non vuoi configurare un client, puoi usare google groups o qualche altro servizio web simile.

  6. Andrea

    Io ho un Classic ingiallito del 1990 e una Color Style Writer quasi color dente cariato, tendente al senape. Che schifo, qualcuno mi insegna cos’è il retrobirght ? Il mio Mac Classic mi ha presentato alla riaccensione dopo 16 anni una bella scacchiera bianca e nera..qualcuno dice che possono essere anche solo le ram da pulire, qualcuno dice che si è arrostita la scheda video, qualcuno che mi dice di guardarmi bene dall’aprirlo se non sono esperto perchè nelle zone attorno al monitor ci sono certe tensioni stravaganti da fare veramente male…cosa faccio ? Lo vendo così comìè compreso di tastiera e mouse per 100 euro, se interessa qualcuno fatevi avanti

  7. luca vido

    Buongiorno, io quest’estate ho acquistato un macintosh classic al prezzo di 200 euro e da quando è arrivato l’avrò acceso 2 volte, putroppo ieri ho provato ad accenderlo 2 e 3 volte ma mi da un problema con una schermata a scacchi, putroppo non so come smontarlo e non so il probelma che causa queto errore, lei sa dove posso portarlo a riparare?

  8. Andrea

    Io l’ho venduto a 100 euro con la schermata a scacchi. Quando il cliente è arrivato lo abbiamo acceso ed è partito benissimo !! Stavo per dirgli che non lo vendevo più ma ormai era lì e non sono riuscito a rimangiarmi l’intenzione e lo ha portato via.
    Non riuscirò mai a darmene pace.

  9. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Ciao Luca, probabilmente i condensatori stanno esalando l’ultimo respiro… non insistere ad accenderlo, prova a cercare nella tua città qualcuno che ripara apparecchi elettronici e tv e chiedigli di sostituire i condensatori della scheda madre.

    Per aprirlo ti serve un cacciavite particolare, torx, che deve essere molto lungo per raggiungere le due viti sotto la maniglia. Le altre due viti sono sempre sul retro accanto ai lati delle porte di collegamento.
    Se riesci ad aprire il computer e a sganciare la scheda madre (una volta aperto, ci sono solo pochi cavi da scollegare), ti accorgerai che ci sono delle macchie di unto attorno ai piccoli componenti cilindrici di alluminio, cioè i condensatori.

    Forse però è meglio che anche l’apertura del case sia eseguita da un esperto perché all’interno del Mac c’è anche il tubo catodico, che può mantenere una pericolosa carica elettrica per lungo tempo anche dopo essere stato spento.
    Il prezzo dei condensatori è irrisorio (pochi centesimi l’uno), il costo della riparazione sarà quello del tempo impiegato dal tecnico per fare l’intervento.

    Complimenti a te e ai tuoi amici per l’entusiasmo e l’impegno che dimostrate nel vostro sito!

  10. Livio Corrina

    Gent sig Vernoni, mi rendo conto della probabile inappropriatezza del “post”: possiedo un mac classic II con HD rotto di cui non riesco a trovare un sostituto. In più ultimamente all’avvio ho la schermata “a strisce”. Sembra che nessuno dalle mie parti sia in grado di metterci e mani. Chiedo sfacciatamente se lei effettua riparazioni per terzi con le modalità che desidera. Sono anche disposto a cedere un powerbook titanium per la sua collezione. Cordiali saluti.

  11. Guido

    Buongiorno Giacomo. Intanto complimenti per il sito, veramente interessante e graficamente piacevole. Ho appena ricevuto in regalo il Classic 1 e devo dire che è stato emozionante accenderlo. Avendo i floppy originali sono in qualche maniera riuscito a farlo funzionare pur con i problemi di audio già descritti sopra. Mi chiedevo se la sostituzione dei condensatori potesse in qualche modo far perdere valore alla macchina in quanto avrebbe dei pezzi non più originali e volevo sapere se esiste qualche sito affidabile dove scaricare vecchio software free per questa macchina.
    Un caro saluto a tutti gli appassionati di vecchi computer.

  12. metrisina

    Salve a tutti, anch’io sono in possesso di un Macintosh Classic completo di tastiera mouse e stampante, ma non si accende più dopo anni di armadio. e ricordo che era perfettamente funzionante quando l’ho stivato sotto qualche coperta. Qualcuno sa darmi qualche consiglio? C’è forse qualche batteria interna da sostituire?
    grazie

  13. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Guido: io preferisco un computer funzionante. Poi sono componenti interni; se li sostituisci con condensatori dello stesso tipo, secondo me la riparazione è la soluzione migliore.

    Metrisina: la batteria interna c’è, e sarebbe il caso di toglierla prima che faccia danni; ma questo computer si avvia anche senza batteria. Il problema è sicuramente altrove, i condensatori sono la causa più comune.

  14. Magazzino Biellese

    Buon giorno e buona domenica a tutti!

    Vorrei porre un quesito su un mac classic, in quanto è stato acquistato da me in una vecchia tipografia ( con lo scopo di rivenderlo ) che sembra funzionante, si accende ecc, ma devo ancora testarlo bene.
    Il suo difetto principale che non tiene più la data e ho comprato già la batteria on line,ma vorrei reinstallare il sistema operativo dato che ha un problema con un programma all’avvio, dove basta dare l’OK e procede il caricamento.

    Qualcuno sa dove posso reperire il suo sistema operativo e come reinstallarlo?

    Grazie a tutti !

  15. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Per quanto riguarda l’errore all’avvio, potresti essere più preciso? Probabilmente c’è una soluzione più semplice rispetto alla reinstallazione del sistema operativo: magari è sufficiente disabilitare un’estensione o rimuovere un alias (collegamento) dalla cartella “avvia con” nella cartella sistema. Questo documento di Apple ti aiuta a capire come funziona la sequenza di avvio di un vecchio Macintosh.

  16. Stefano Di Battista

    Salve Giacomo. Complimenti per il sito e soprattutto per la passione, in parte condivisa.
    Il Classic è, a mio parare, il mac più bello di tutti i tempi! … ma sono di parte perché ne possiedo uno che sto cercando di rimettere a posto.
    Ho sostituito tutti i condensatori sia nella MB che nella analag board, ma mi da problemi di schermo pulsante e a scacchiera. Da un primo esame ho rilevato che le tensioni di alimentazione non sono precise. Collegando la +5 e la +12 di un alimentatore per PC il mac torna a funzionare. Non riesco a risolvere il problema; mi sto facendo aiutare da un collega ingegnere elettronico, ma ci scontriamo con la mancanza di uno schema elettrico completo. Qualcuno sa dove reperire lo schema completo della analog board del Macintosh Classic?
    Grazie 1000 e … ancora complimenti

  17. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Il cavo di alimentazione è molto comune, è lo stesso che si usa per i PC, periferiche o elettrodomestici. Qualsiasi negozio di elettronica, anche generico, dovrebbe averne in vendita… ma probabilmente basta cercare in qualche cassetto o chiedere a un amico e ne viene sicuramente fuori qualcuno!

  18. paolo

    Ho un Classic ed un SE, che l’ultima volta che ho acceso funzionava. Al momento quello che mi interessa è trovare un dongle che mi faccia usare il vecchio attacco tastiera suUSB.
    Le tastiere meccaniche oggi costano un occhio, se potessi recuperare quella del Mac (ora uso un iMac).

I commenti sono chiusi.