Olivetti M24 (1984)

Olivetti M24

Ecco un altro computer che compie 30 anni. Mi è stato regalato da una conoscente una decina d’anni fa, insieme a un secondo M24 senza monitor e tastiera in versione con due lettori floppy, a differenza di quello in foto che ha un disco rigido.

Il computer era funzionante ma sporchissimo: accade piuttosto spesso che i pezzi arrivino in queste condizioni, ma una pulizia approfondita fa parte del divertimento. Di seguito qualche foto di com’era prima di essere pulito.

Il monitor a fosfori verdi aveva probabilmente uno schermo antiriflesso, e c’erano un’etichetta strappata e una scritta a pennarello sulla cornice.

Olivetti M24 (monitor)

La ventola posteriore era completamente ricoperta di polvere.

Olivetti M24 (ventola)

Anche la tastiera era piuttosto incrostata di sporcizia. Dato che l’ho smontata completamente, ho scattato un po’ di foto che pubblicherò nel prossimo articolo.

Olivetti M24 (tastiera)

Non essendo presenti problemi di funzionamento, ho solamente eseguito una pulizia approfondita dei tre pezzi – computer, monitor e tastiera. Nel disco rigido, oltre al DOS di Microsoft, erano installati Word e l’intramontabile Tetris a cui si fa sempre una partita volentieri.

 

8 thoughts on “Olivetti M24 (1984)

  1. ezio

    Stessa situazione, due M24 indecenti, tanta pazienza e restauro tasto-per-tasto, su un hard disk ho trovato Windows 1.0 ! Non ho la passione per i vecchi DOS ma li ho recuperati perchè mi ricordano i tempi della scuola. Non ho Tetris, purtroppo… Continua così, io non ho più tempo !

  2. Giacomo Vernoni Autore articolo

    A essere sincero neanch’io ho una grande passione per i vecchi IBM compatibili (come si chiamavano a quei tempi), più che altro perché ce ne sono troppi e sono stati l’inizio della fine di un periodo di idee, proposte, innovazione, diversità.
    Questo modello rappresenta un momento in cui l’Italia aveva un potenziale anche nel settore informatico, è stato uno dei primi IBM “molto” compatibili… vendutissimo in Italia soprattutto nella pubblica amministrazione.
    Grazie per l’incoraggiamento :-)

  3. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Per quanto riguarda l’etichetta ho usato prima le unghie :-) poi un po’ d’olio d’oliva su uno strappo di scottex – non sto scherzando, a volte riesce ad ammorbidire alcuni tipi di colla – e infine dell’alcol. Le scritte sono venute via sempre con l’alcol.

    Il grosso della sporcizia con una spugnetta umida e un po’ di cif; naturalmente sono rimasti due rettangoli grigi sulla parte superiore, mentre il resto del monitor è leggermente ingiallito. Il monitor comunque non è verniciato: la plastica è colorata in pasta.

  4. Danilo

    Sono due anni che ti imito, sto raccogliendo di tutto dalle vecchie console ai più remoti computer del passato, ora ho un m24 per le mani ma non riesco a trovare ne tastiera ne mouse sapresti indicarmi? ebay non ha funzionato. Grazie e continua così sei un esempio per tutti noi.

  5. Giacomo Vernoni Autore articolo

    Ciao Danilo, purtroppo posso solo suggerirti le solite fonti: mercatini domenicali, annunci, eBay. Prova anche a spargere la voce tra amici e parenti, o su Facebook: non si sa mai che qualcuno si ricordi di un amico o collega che ce l’aveva. Buona caccia :-)

I commenti sono chiusi.