Archivi categoria: Donazioni

Olivetti M10 (dettaglio)

Olivetti M10

Olivetti M10

Ecco un altro computer dei primi anni ’80: questo mi è stato donato da Beppe di Torino. Venne presentato nel 1983, all’epoca non avevo ancora un computer (il primo fu uno ZX Spectrum nel 1984), e ricordo solo di averlo visto pubblicizzato su qualche rivista. Quando l’ho visto dal vero, mi ha fatto uno strano effetto: me lo immaginavo più piccolo, invece è grande come un moderno portatile, ovviamente più pesante e più spesso.

Di seguito un altro paio di foto di questo stupendo pezzo di storia dell’informatica… Continua a leggere

Spectravideo SV 318

Spectravideo SV 318

Spectravideo SV 318

Circa un mese fa ricevo un e-mail dal form di contatto, mi scrive Daniele (che qualche messaggio dopo scopro abitare a Novi Ligure) chiedendomi se sono interessato a uno “Spectravideo SV 318 come nuovo con tanto di lettore di cassette”. Dato che non ho nessun pezzo di questa marca, Continua a leggere

Una collezione in cerca di casa

Donazione - Beppe da Torino

Il primo marzo di quest’anno ricevo dal sito un messaggio con soggetto “una collezione in cerca di casa” da una persona che si firma “Beppe” e mi dice che la sua collezione sta prendendo polvere in cantina da troppo tempo, e sta cercando qualcuno che se ne possa prendere cura in maniera adeguata. Un’altra condizione: ritiro a domicilio. Continua a leggere

Apple Adjustable Keyboard - tastiera aperta

Apple Adjustable Keyboard

Apple Adjustable Keyboard

La Tastiera Regolabile Apple (questo il nome italiano della periferica) è stata commercializzata nei primi anni ’90, ma non ricordo di averla mai vista all’epoca. Ne avevo recuperata una incompleta (senza le parti in plastica per appoggiare i polsi) nel 1999 insieme a un Macintosh II fx; qualche anno fa invece mi è stata regalata questa tastiera ancora nella confezione originale, un avanzo di magazzino non più utilizzabile sui moderni Mac sprovvisti della porta ADB necessaria per il collegamento al computer.

Di seguito le altre foto.

Continua a leggere

Un Apple eMac lasciato accanto a un cassonetto

Circa un mese fa un amico mi ha telefonato mentre stava buttando via il sacchetto della spazzatura, per dirmi che accanto al cassonetto c’era un “computer eMac bianco”. Conoscendo la mia passione, mi ha chiesto se mi interessava. Sul momento ho pensato che, visto il tempo umido e la pioggia dei giorni precedenti, non sarebbe stato in buone condizioni… ma la mia risposta invece è stata che è un modello che non ho e che valeva la pena di darci un’occhiata. Al limite recupero qualche pezzo di ricambio… chissà che problema avrà dato che è stato gettato via.

Apple eMac Continua a leggere

Donazioni gennaio / febbraio 2011

Ultimamente sono molto impegnato con il lavoro, perciò pubblico solo un breve post per ringraziare gli amici che, conoscendo la mia passione per i vecchi computer, mi hanno regalato qualche pezzo di cui scriverò con più calma in futuro.

Apple iBook Continua a leggere

iMac DV Special Edition (Snow)

iMac DV Special Edition (Snow)
Questo iMac non è un vecchio computer (come intendo io): in fondo è possibile installare un sistema operativo relativamente recente come Mac OS X 10.4.
E’ un computer di quelli che si possono ancora utilizzare – se ci si accontenta delle prestazioni ormai modeste offerte da un hardware che ha comunque una decina d’anni.

E allora che ci fa qui? Ho una storia da raccontare, perciò lascio che questo computer si aggiunga alla collezione, vicino a colleghi che hanno almeno il doppio della sua età. Continua a leggere

Commodore VIC 20

Il mio caro amico Рnonch̩ socio РRaffaele mi ha regalato per natale il suo primo computer, un Commodore VIC 20.

Ai tempi io avevo uno Spectrum, il VIC 20 ce l’aveva mio cugino: la mia passione per i computer Commodore iniziò poco tempo dopo quando mi comprarono il Commodore 128. Contemporaneamente mio cugino ricevette il mio Spectrum e iniziò la sua passione per i computer Sinclair.

Prima di apparire sulla mia scrivania, il computer è rimasto per un quarto di secolo nella cantina dei genitori di Raffaele, e conoscendo sua madre mi stupisco che sia sopravvissuto a tutte le “pulizie di primavera” fino ad oggi!
Era in una scatola insieme a qualche cassetta, uno joystick, una coppia di paddle Commodore e una cartuccia del gioco Pacman.

Come ciliegina sulla torta – per gli appassionati come me – c’è anche la scatola con i polistiroli, in ottime condizioni. Purtroppo manca il manuale, chissà se prima o poi non ne trovo uno… anche il primo VIC 20 che ho recuperato non aveva il manuale.

Dopo i vari impegni natalizi, cene, pranzi, parenti, finalmente sono riuscito a provarlo. Non funziona. Beh, dopo 25 anni in cantina potevo aspettarmelo. Non si accende neanche il led. Mmmhh, non si accende il led: che sia l’alimentatore? Prendo il tester dal cassetto e controllo i voltaggi. Zero sui 5 volt alternati e sui 9 volt continui (o è il contrario? non ricordo mai). Gli alimentatori Commodore non si riparano, non si possono aprire e comunque la parte interna è affogata in una colla indistruttibile.
Vabbè, è andato. Però, forse potrei controllare il fusibile dell’alimentatore, la cosa più ovvia se non c’è nessun segno di vita. Il fusibile è guasto, si vede a occhio nudo. Lo sostituisco, ricollego il VIC 20 e… funziona! Non sono capace di riparare apparecchiature elettroniche, ma sono orgoglioso del mio piccolo successo. Anche se è solo fortuna…

Il computer era ingiallito a macchie ma, grazie a qualche mese di esperimenti con il gel retrobright (o Retr0bright per essere precisi), sono riuscito a riportarlo alla condizione originale.

VIC 20 - Dettaglio dell'etichetta VIC 20 - Il numero di serie della scatola corrisponde al numero di serie del computer VIC 20 - Scatola (fronte) VIC 20 - Scatola (retro) VIC 20 - Scatola (dettaglio)